AIL Ravenna ODV

AIL RAVENNA è la sezione provinciale dell’AIL NAZIONALE, Associazione Italiana contro le Leucemie, Linfomi e Mieloma, con sede a roma, fondata nel 1969 dal Prof. Franco Mandelli.
A Ravenna AIL è stata costituita legalmente il 28 novembre 1994 ed è autonoma dal punto di vista amministrativo.
Nello stesso anno è stata avviata l’Unità Operativa di Ematologia presso l’Ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna, costituita da due ambulatori, Day Hospital, letti di degenza all’interno del Dipartimento Oncoematologico.

Da allora molto altro è stato fatto….

I servizi di AIL Ravenna

Volontariato in reparto, assistenza domiciliare medica e psicologica, sostegno alla ricerca, gruppo di ascolto per i pazienti ricoverati.

Come puoi aiutarci?

Puoi diventare volontario AIL, effettuare una donazione online o tramite bonifico, firmare per il 5×1000 ad AIL, lo shop solidale.

Noi di AIL RAVENNA!

Loretta

Facendo volontariato provo una sensazione di arricchimento interiore che mi regala maggiore serenità.

Giorgia

Mi ritengo fortunata perché ho avuto la possibilità di praticare la mia professione in un ambito che mi ha permesso di crescere, rinnovarmi, specializzarmi.

Leonardo

“Cambia ciò che è superficiale e anche ciò che è profondo, cambia il modo di pensare, cambia tutto in questo mondo.” Questi versi iniziali tratti dalla canzone composta nel 1982 dal cantante cileno Julio Numhauser, sebbene conosciutissima nella versione dell’argentina...

Alessandro

Come paziente posso solo ringraziare stringendo tutti in un abbraccio infinito; come volontario  a tutti noi auguro “buon lavoro” con l’auspicio che AIL Ravenna continui ad essere il punto di incontro e di sostegno per tante persone.

Ilaria

Sono grata ad AIL per la preziosa opportunità che mi ha dato di poter lavorare sul territorio andando “concretamente” a casa dei pazienti

Isa

Mi chiamo Isa e sono volontaria di Ravenna AIL dal 2016. Ho deciso di diventare volontaria perché una persona a me molto cara si era ammalata di linfoma ed ho vissuto in parte la malattia, anche se non in prima persona. Quando ho smesso di lavorare e ho avuto più...

Pia

Fare la volontaria è un esperienza che ti fa stare bene,  ti arricchisce e ti fa apprezzare la vita anche nelle piccole cose….e purtroppo tante volte ce ne dimentichiamo

Domenico

Spero di poter continuare per molto tempo ad aiutare gli altri.

Margherita

Nasce da qui la mia necessità di portare un sorriso, una parola o solo una presenza a chi sta combattendo così duramente

Carla

Già da piccola volevo fare il medico ed ora dedico il mio tempo ad altre persone che hanno bisogno.

X